falcemartello:

Imprenditore da 30 anni nel commercio dei metalli, di fronte all’ennesima cartella di Equitalia, si è fatto coraggio e ha denunciato l’agenzia, scatenando un bel pandemonio.

Dicevano che alcune detrazioni nella denuncia dei redditi del 1999/2000 non andavano bene», spiega Tanghetti. A quella prima cartella ne succedono altre cinque. L’ultima, a luglio scorso: conto totale, 177.776 euro di debito con l’erario, che con gli interessi arriva a 302.815. «Da due anni pago una rata da 5mila euro al mese, per estinguere il debito. Quando è arrivata quella di luglio, ho cercato di trovare una mediazione».

Nel frattempo Equitalia ha proceduto all’esecuzione forzata dei materiali, tra cui camion, gru e muletto, per un valore complessivo di 160mila euro.
La data per la messa all’asta era fissata per ieri, ma Tanghetti ha spiazzato tutti con una contromossa inattesa: il 31 agosto, va dalla Guardia di Finanza e denuncia Equitalia per usura
. «I miei avvocati hanno calcolato che sui 177mila euro è stato applicato un tasso di interesse del 16%». Quasi il doppio rispetto al tetto limite, che per Equitalia è dell’8,37%. «Emercoledì ho depositato un’altra denuncia ai carabinieri per estorsione – ha aggiunto Tanghetti, che ormai è inarrestabile – contro il sequestro».

UOMO!

  1. hugmesomuch ha rebloggato questo post da falcemartello
  2. onehaste ha rebloggato questo post da falcemartello e ha aggiunto:
    UOMO!
  3. ilnostrodestino ha rebloggato questo post da falcemartello
  4. sidnapoorsocapo ha rebloggato questo post da falcemartello
  5. postato da falcemartello